IL MUSCOLO CHE CAMBIA L’UMORE….

I muscoli ti fanno muovere, il movimento è vita. Qual’è il muscolo che permette la vita?  Lavora giorno e notte e senza di esso puoi dire ciao a tutti…

La risposta è: il CUORE!

IL MOVIMENTO E’ VITA.

scommetto che avevi indovinato.

Veniamo al titolo, ti faccio una domanda forse un pò più difficile.

Qual’è il muscolo che contribuisce ad un’ottima salute e ha un ENORME influsso anche sui tuoi livelli di benessere emotivo?

Hai pensato?

Vediamo se hai azzeccato la risposta.

Il muscolo che cambia l’umore è:…..il DIAFRAMMA TORACICO.

Forse molti non avranno trovato la risposta, perchè è un muscolo che non si vede e non se ne parla molto.

Ecco un video in cui puoi osservarne il suo funzionamento:

Attraversa trasversalmente il torace. Si presenta come una cupola e ha una forma irregolare per via della presenza del fegato.

Il diaframma si inserisce nelle prime 3 vertebre lombari (L1-L2-L3) con due grossi fasci di fibre (pilastri) e nelle costole inferiori per tutta la sua parte laterale.

Divide cuore e  polmoni dalla pancia: stomaco, intestino, fegato, pancreas, milza…

Viene attraversato:

  • dall’aorta, dalla vena cava e dal dotto toracico (linfa). Il suo movimento ha un riflesso sia sulla circolazione sanguigna che linfatica. Come una pompa stimola un miglior circolo della linfa e quindi un sistema immunitario più efficiente.
  • dall’esofago e dai nervi pneumogastrici. Influisce sulla digestione.
  • dal nervo vago, importante nervo del sistema parasimpatico che migliora le capacità di recupero e stimola il sitema immunitario.

Il diaframma è in continuo contatto con organi importanti e visceri. Con il suo movimento li massaggia e li stimola a funzionare correttamente.

E’ il miglior massaggiatore privato che puoi trovare. Ed è sempre a tua disposizione. Ricordatelo.

Nelle pratiche come il canto, la ginnastica posturale, il Pilates, lo Yoga si lavora moltissimo sulla percezione del respiro, perchè il diaframma è il principale muscolo che attiva la respirazione polmonare.

LA RESPIRAZIONE ALLENA IL DIAFRAMMA.

Vediamo come:

  1. Il sistema nervoso autonomo governa la respirazione, ma può essere reclutata anche dalla nostra volontà.
  2. quando inspiri il diaframma contraendosi scende permettendo al torace di espandersi e riempire d’aria i polmoni. Intervengono altri muscoli accessori della respirazione come gli intercostali interni ed esterni (costole), scaleni, sternocleidomastoideo (muscoli del collo).
  3. nell’espirazione, rilassandosi, il diaframma sale. Si decontraggono anche tutti gli altri muscoli accessori del torace e del collo.

Il sistema nervoso autonomo gestisce la respirazione. Le emozioni influiscono sulle tensioni e sul rilassamento del sistema nervoso/muscolare.

RESPIRO, DIAFRAMMA ED EMOZIONI SONO CONNESSI.

Il diaframma è molto coinvolto dalla tua vita emotiva. La tua respirazione riflette il tuo stato d’animo.

Se hai paura, ansia, stress….. il diaframma non lavora in modo completo e la respirazione sarà toracica e più alta. Aumenteranno i numeri di respiri al minuto…

Il corpo rischia di fare confusione ed acquisisce come schema di attivazione nervosa/muscolare, una respirazione toracica, con l’invio al cervello di un costante messaggio di stato d’allerta (paura, ansia, rabbia, stress..)

Un costante stato emotivo di paura/stress, produce una serie di conseguenze, come tensioni muscolari ed ormonali che nel lungo periodo danneggiano seriamente la salute.

Non per nulla si dice per definire un forte stress emotivo: “mi è mancato il respiro”, oppure “ho ricevuto un pugno nello stomaco”

Gli stress emotivi influenzano le tensioni del diaframma e viceversa.

IL CERVELLO NON DISTINGUE STRESS REALE DA STRESS IMMAGINATO.

Il diaframma può essere attivato anche volontariamente. Questa è la buona notizia, perchè influenzando il ritmo del respiro e l’attivazione del diaframma, si può influire sul rilascio delle tensioni emotive vissute ed accumulate.

Con l’allenamento alla percezione del respiro, puoi rigenerare il tuo stato emotivo e riportare il corpo e la mente in uno stato ottimale di benessere.

Andrew Taylor Still, il medico fondatore dell’osteopatia, dava talmente importanza al diaframma che scrisse:

” Per mezzo mio vivete e per mezzo mio morite. Nelle mani ho potere di vita e di morte, imparate a conoscermi e siate sereni.”

Ricapitolando ecco i vantaggi di un diaframma che funziona correttamente:

      • riequilibrio dello stato d’animo;
      • minore rischio di ansia e depressione;
      • migliore qualità del sonno;
      • migliore funzionalità cardiaca;
      • attivazione del sistema linfatico;
      • migliore peristalsi, si eliminano i problemi di costipazione;
      • migliore ossigenazione di tutte le cellule, per un utilizzo completo delle capacità polmonari;
      • migliore ossigenazione, maggiore energia e resistenza fisica e psichica;
      • si sciolgono tensioni cervicali e lombari..

Con queste poche righe mi auguro di averti trasmesso il potere ed il valore di questo muscolo importante chiamato diaframma.

In un prossimo articolo ti spiegherò come allenarlo per incrementare tutti i vantaggi che hai appena visto.

Buon respiro!

Posted in ALLENAMENTO, BLOG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *