7 BENEFICI DEI SEMI DI CHIA

Lo sapevi che i semi di chia sono un superfood?

Sono semi con super poteri, possono migliorare la tua alimentazione contribuendo a migliorare situazioni come stipsi, colesterolo, diabete e sovrappeso…

Vediamo insieme 7 benefici importanti e come usarli al meglio con delle semplici ricette alla portata di tutti.

I semi di chia provengono dalla pianta originaria dell’America Centrale: la Salvia Hispanica, della famiglia della menta, della lavanda e della salvia comune.

Per il contenuto elevato di sostanze preziose per la salute, come vitamine, calcio, magnesio, enzimi, antiossidanti, fibre, proteine, grassi omega 3… sono considerati un superfood.

7 benefici importanti da conoscere per usarli:

1) RIDUCONO IL COLESTEROLO

I GRASSI OMEGA 3 e LE FIBRE contenuti nei semi di chia, riducono il colesterolo. E’ ormai risaputo e provato scientificamente quanto questi grassi ‘buoni’ abbiano un’azione protettiva per il cuore e cervello.

Migliorano l’umore, aiutando a contrastare la depressione lieve, riducono il dolore associato ad artrite ed artrosi, rigenerano la pelle.

Le fibre aiutano ad assorbire il colesterolo e a ridurne l’assimilazione.

2) REGOLARIZZANO L’INTESTINO

LE FIBRE dei semi di chia, nutrono la flora batterica intestinale regolarizzandone il funzionamento. Sono utili sia in caso di stipsi che diarrea.

La gelatina che si sviluppa dai semi di chia in ammollo (fibre solubili) ha un’azione emolliente che abbassa eventuali stati infiammatori delle pareti dell’intestino.

Per rendere le fibre più morbide ed attive, è sufficiente mettere i semi in un liquido (latte, latte vegetale, acqua, frullato, yogurt..) per almeno un’ora prima di essere assunti.

3) DIMAGRIMENTO

Una volta attivate le fibre dei semi di chia, questi aumentano di 10-12 volte il loro volume, creando una gelatina, che è in grado di riempire lo stomaco, aumentando il senso di sazietà, assorbendo parte dei grassi, del colesterolo e degli zuccheri assunti attraverso il cibo, si riduce l’assimilazione. Benefici per la linea a 360°.

4) PREVENZIONE DIABETE

Il beneficio sul dimagrimento, porta alla naturale conseguenza positiva nella lotta contro la sindrome metabolica.

Situazione nella quale il corpo non gestisce bene gli zuccheri, i quali aumentano nel sangue, andando a convertirsi in grasso (sovrappeso soprattutto a livello addominale). Si sovraccarica di lavoro il pancreas perchè deve produrre più insulina per tenere a bada l’eccesso di zuccheri.

Uno stress lavorativo per il pancreas che con il tempo andrà a funzionare sempre meno, creando la patologia del diabete di tipo II, con tutte le conseguenze della malattia.

5) OSSA PIU’ FORTI

Chi riduce o elimina i latticini, spesso chiede da quali alimenti può assumere il calcio. I semi di chia hanno un elevata quantità di questo minerale. 600mg per 100gr, circa 5 volte in più rispetto alla stessa quantità di latte, 125mg per 100gr.

Poichè i semi contengono anche buone quantità di magnesio, il calcio diventa ancora più assimilabile dall’organismo.

Un utile strumento per contrastare l’osteoporosi legata all’invecchiamento.

6) PROTEINE PER I MUSCOLI

I semi di chia sono ricchi in proteine, ne hanno circa il 17 %. In 100gr hai 17 gr di proteine, utili per nutrire i tuoi muscoli e far bruciare più calorie.

7) ISOFLAVONI UTILI PER LA DONNA

Tra i preziosi elementi descritti precedentemente, hanno individuato nei semi di chia la presenza di isoflavoni. Sono sostanze sia antiossidanti – contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento precoce- e fitoestrogeni, riducono i problemi dovuti a carenza di estrogeni, così come quelli causati da un loro eccesso.

Possono essere usati in alternativa alla soia, per chi è intollerante o allergico a questo alimento, oppure per chi assume farmaci per la tiroide.

Quanti semi di chia si possono consumare in un giorno.

Una persona adulta può consumare fino a 25 gr di semi di chia al giorno, ricordando che vanno preferibilmente consumati crudi ed attivati aggiungendoli a un elemento liquido.

Effetti collaterali e condroindicazioni

Raramente si hanno problemi, se non si superano le dosi indicate. Ci può essere un’ipersensibilità individuale con scarsa tolleranza alle fibre, anche se solubili. Chi assume farmaci, non dovrebbe consumare semi di chia nelle due ore che precedono e seguono l’assunzione del farmaco.

QUATTRO SUPER SEMPLICI RICETTE ADATTE A TUTTI:

  1. Budino ai semi di chia e frutti di bosco. Prendi 150ml di latte o sua alternativa vegetale, mescola due cucchiai di semi di chia, 1 cucchiaino di sciroppo d’agave, qualche fragolina o lamponi o mirtilli e metti in frigo per almeno 3 ore.
  2. Avena e Chia per una super colazione. Prendi 150ml di latte o sua alternativa vegetale, mescola 2 cucchiai colmi di fiocchi d’avena, 1 cucchiaino di cacao crudo, 1 cucchiaio di semi di chia, qualche mandorla o noce, 1 banana o frutti di bosco, abbondante cannella e se la desideri un pò più dolce, aggiungi un cucchiaino di sciroppo d’agave. Si può consumare così dopo qualche minuto dalla preparazione (10’/15′) per ammollare i semi di chia o frullare il tutto. Garanzia di energia per iniziare alla grande la giornata!
  3. Acqua di cocco ai semi di chia. Metti in poca acqua un cucchiaio di semi di chia e lascia che producano dopo una decina di minuti la loro gelatina. Dopodichè aggiungi un bicchiere di acqua di cocco con il succo di 1/2 limone o lime. Mescola e bevi. Combatte stanchezza, stipsi, stress e aiuta il dimagrimento.
  4. Gelatina di frutta mista. Frulla 1 banana, 2 datteri, 100gr mirtilli o 100gr di mango o 100gr ananas. Aggiungi e mescola per bene 2 cucchiai di semi di chia. Metti il tutto in bicchierini. Lascia creare la gelatina in frigo per qualche ora ed avrai pronto un ottimo dessert per più persone.

Non ci sono più scuse per provare questo antico superfood per aggiungere vitalità alle tue cellule.

Buon appetito. 🙂

IL CIOCCOLATO MEGLIO SE CRUDO

Devi sapere che per vendere vengono spesso utilizzate mezze verità. Il cioccolato fa bene?

Dipende!

Il cioccolato è prodotto combinando il cacao con il burro di cacao (grasso), zuccheri, latte ed altri addensanti.

Saprai già che grassi e zuccheri non vanno bene per la tua dieta e la salute in generale.

L’elemento veramente benefico è il CACAO, il quale si produce a partire dalle fave di cacao, essiccate, fermentate e pelate.

IL CACAO CRUDO FA BENE.

Nell’antichità è stato da sempre considerato al pari di una medicina perchè contiene più di 300 composti chimici e antiossidanti di altissima qualità.

IL CACAO CRUDO E’ UNA MEDICINA PREZIOSA

Quando le fave di cacao vengono essiccate ad alte temperature (dalla tostatura e dai processi a cui viene sottoposto durante la raffinazione) molte di queste proprietà benefiche vengono distrutte.

Il cacao crudo, ricavato da processi che utilizzano basse temperature, mantiene tutti i composti chimici necessari per una migliore salute.

Ecco alcuni dei principali benefici del cacao crudo:

  • alti livelli di flavonoidi che fluidificano il sangue ed eliminano con il loro potere antiossidante, i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare;

  • contiene la Feniletilammina, una molecola prodotta naturalmente dal cervello negli stati di euforia e gioia;

  • contiene acidi grassi omega 6 utili contro l’artrite, il diabete, l’osteoporosi, le affezioni della pelle, la pressione sanguigna e la riduzione del colesterolo.

  • contiene triptofano, un aminoacido precursore della serotonina e della melatonina. Considerato un antidepressivo naturale e un buon aiuto nei casi di insonnia lieve;

  • la serotonina è un neurotrasmettitore sintetizzato nel cervello e in altri tessuti a partire dall’aminoacido triptofano, regola i meccanismi sonno-veglia, dell’umore, della sessualità e dell’appetito… La serotonina è nota anche come ormone del buonumore;

  • è ricco di magnesio e altre sostanze fitochimiche, in grado di bilanciare la pressione sanguigna, il colesterolo.

Il cacao crudo è in assoluto ai primi posti degli alimenti ricchi in antiossidanti, superando il tè verde, il vino rosso ed i mirtilli…

IL CACAO CRUDO HA MOLTISSIMI ANTIOSSIDANTI

Come avere il massimo dei benefici dal cacao crudo:

Prendi tavolette di cioccolato crudo con la maggior quantità di cacao (85% in su) senza lattosio e con pochissimi zuccheri.

Puoi usare il cacao crudo in polvere per preparare frullati con la frutta o nei dessert crudi.

Il tuo cuore e la tua mente saranno grati per questa ulteriore scelta alimentare che farai per uno sfizioso spuntino supersano.

LA DIETA dell’ELETTRICITA’

Se pensi di conoscere come nutrirti bene perché hai letto qualche libro di alimentazione o sei stato da un dietologo, eccomi qui a creare un po’ di confusione con questa nuova dieta.

Sono più di vent’anni che mi interesso alle diete e provo di tutto per rendere il corpo una macchina efficiente insieme alle altre parti che considero importanti come la mente (pensieri/emozioni) e lo spirito (valori/gioia/missione)….

Te ne sei accorto anche tu che ogni due per tre esce qualche nuova dieta?

Una volta devi mangiare solo proteine, una volta solo grassi, un’altra solo frutta, un’altra volta ti dicono di mangiare la pasta al mattino e chi più ne ha ne metta. Puoi anche sentire di essere arrivato ad un buon livello di esperienza ed ecco che esce un nuovo libro con concetti che fanno traballare le tue convinzioni. Uno spasso completo.

 

Come ti senti in questo oceano di informazioni?

Io non mi sono mai abbattuto e continuo a sperimentare, vedere come risponde il corpo e nel caso cambiare. Sono passato dal mangiare un kg di carne al giorno al mangiare solo frutta o fare digiuno di una settimana… Esperienze che migliorano la forza di volontà, perche si cambiano le abitudini migliorando a mio modo di vedere il rapporto emotivo con il cibo.

Si, perché tu mangi il 90%  delle volte non per fame ma per un conforto emotivo, per socialità o per imitazione perché vedi gli altri mangiare…. Il cibo è indubbiamente un bene di consumo che crea molta ricchezza a chi lo produce e vende, puoi concludere logicamente che più ne consumiamo e più spendiamo, più facciamo felici le aziende, le quali investono sempre di più per creare modi per invogliare a consumare.

Nulla di male in tutto ciò, se la maggior parte delle aziende che producono cibo hanno la tua salute a cuore.obesi

Purtroppo i dati statistici sull’aumento dell’obesità e delle malattie degenerative collegate all’alimentazione, dicono esattamente il contrario.

Tu potresti pensare che in questi ultimi anni, vedi sugli scaffali dei negozi moltissimi integratori naturali o cibi ‘dietetici’ che spesso costano anche molto. Sono d’accordo con te, peccato che mi diano l’idea di essere venduti alla stregua di ‘medicine’ quasi fosse destinato per chi è malato. Molti si avvicinano a fare la scelta verso questi cibi perché purtroppo la loro salute non è più come prima.

CURA la tua SALUTE quando stai BENE non quando sei MALATO!

Con questo articolo ti propongo la DIETA dell’ELETTRICITA’ per condividere con te alcune mie considerazioni fatte nel mio percorso di scelte alimentari.

Potresti dire che il nostro corpo produce e funziona grazie all’elettricità?

Il corpo umano ha mille miliardi di cellule che sono minuscole batterie designate a mantenere i nostri organi correttamente in funzione.

il tuo corpo è costituito da 1.000.000.000.000 (mille miliardi) di minuscole batterie!

Quando pensi di muovere un muscolo, il cervello produce un impulso elettrico che attiva grazie al sistema nervoso la contrazione del muscolo. Il cervello produce impulsi elettrici, non a caso l’apparecchio per misurare l’attività elettrica del cervello si chiama elettroencefalogramma.

Le tue cellule al loro interno producono elettricità.

Ora sei convinto che viviamo grazie all’elettricità?

Perché quindi non pensare ad una dieta che promuova  questa energia.

Ecco la dieta dell’elettricità!

Da studi svolti da Bruce Taino nel 1992, si è evidenziato che un organismo sano emette una luce che vibra ad una frequenza che va da 62 a 72 MHz (mega herzt). Taino ha dimostrato che il nostro corpo possiede giornalmente delle frequenze vibratorie. La salute, secondo queste misurazioni, è registrabile intorno a questi valori (62-72 MHz).

SALUTE = 62-72 MHZ

Al di sotto di questi, scendendo progressivamente, il sistema immunitario inizia ad indebolirsi e nell’organismo compaiono i primi sintomi di malessere.

Qui sotto alcuni esempi.

FREQUENZE ENERGETICHE

  • Con una frequenza energetica di 58 MHz, ti prendi raffreddore o l’influenza;
  • La candida inizia a 55 MHz;
  • Con una frequenza di 42 MHz, si sviluppano tumori o malattie di una certa gravità;
  • Con 25 MHz, inizia il processo di morte fisica.

PENSIERI

  • Un pensiero negativo, può ridurre il livello della frequenza energetica nell’organismo di 10 MHz;
  • Un pensiero positivo, può alzarla di 10/15 MHz.

Questo fa capire perché si definiscono le persone anche con termini come positivo e negativo.

positiva

ALIMENTI

(i più nutrienti, sono quelli CRUDI)

  • Carne ed alimenti elaborati: da 0 a meno 0;Frutta-Personal-Trainer-Milano
  • Frutta: da 20/27 MHz
  • Ortaggi, prodotti della terra: da 12/22 MHz;
  • Cacao crudo/limoni/alghe : più di 50MHz;
  • olii essenziali 80 ad oltre 320MHz (ci vuole un articolo a parte…)
  • Caffè con zucchero: abbassa la frequenza

 

Con questa dieta voglio sottolineare l’importanza di non focalizzarsi solo sul cibo come materia (frutta,cereali…) ricordati che bisogna considerare come cibo anche i pensieri, le emozioni. Tutto insieme crea quell’energia che ti consente di vivere una vita…. Elettrizzante 😉

Ecco perché alcune persone mangiando cibi considerati poco sani, vive più a lungo di altri che seguono stili di vita ‘apparentemente’ più sani. Sappi che oggi considero i pensieri/emozioni il cibo più importante, perché ne mangiamo tutto il giorno.

Le mie scelte odierne sono rivolte per soddisfare la salute e non più l’aspetto fisico/muscolare (che diviene un piacevole effetto collaterale).

In poche parole oggi mangio seguendo principalmente questi punti:

 

  • frutta fresca al naturale, frullata come colazione ed a volte anche come pasto vero e proprio;
  • Ho eliminato la carne totalmente;
  • Mangio pesce o uova una volta ogni 7/10 giorni;
  • Inizio il pasto con un’insalata mista o un estratto di verdure;
  • Utilizzo i grassi a crudo con moderazione come olio cocco, olio lino, olio oliva, mandorle…
  • Utilizzo cereali e legumi integrali precedentemente ammollati o germogliati per renderli più digeribili ed assimilabili;
  • Limito fino quasi ad eliminare i latticini, lo zucchero bianco e i cereali contenenti glutine;
  • Bevo 2 o 3 lt di acqua ionizzata alcalina al giorno;
  • Utilizzo supplementi naturali di origine vegetale come cacao crudo, erba di grano, spirulina, maca…
  • Dopo l’allenamento bevo uno shaker di proteine vegetali (canapa,riso,pisello);
  • A volte utilizzo un multivitaminico e dell’omega 3;

guerrieroSono semplici indicazioni e non regole ferree, perché mi voglio sentire libero di cambiare nel caso mi venisse voglia di fare qualcosa di diverso. Non mi considero un vegano, un fruttariano… non mi piacciono i dogmi che chiudono la mente in ‘scatole’ con le relative limitazioni di non poter vedere nuove opportunità, senza parlare dei rischi di trasformare le persone in moralisti (rompic….ni)  😉

Concludendo ti ricordo che sei una batteria di elettricità, caricala con un’alimentazione ricca di nutrienti vivi, alimentati di pensieri ed emozioni positive, frequenta persone ed ambienti positivi.

 

Fallo solo se ti piace come idea altrimenti rischieresti di trasformare quello che fai in carica negativa.

 

Un abbraccio energico. 🙂

Buona Vita.

Bere acqua? Un toccasana per tutto il corpo

L’importanza dell’acqua per il benessere fisico è risaputa, ma quanto la sua presenza o assenza nel nostro organismo è determinante per il funzionamento di quest’ultimo?
L’acqua costituisce mediamente il 75% del corpo umano ed è fondamentale per tutti i processi cellulari.

La mancanza costante può causare quindi diversi problemi come alta pressione sanguigna, allergie, asma, dolori cronici in diverse parti del corpo, mal di stomaco, acidità, gastrite, ulcera, artrite reumatoide, angina, dolore lombare, emicrania, dolore da colite, stitichezza e stress.

Inoltre sono stati riscontrati esiti positivi anche in pazienti con gravi malattie come morbo di Alzheimer, sclerosi a placche, diabete e AIDS.

Ma alla luce di tali considerazioni una domanda sorge spontanea: quanta acqua si deve bere giornalmente? E quando?

Pur tenendo conto di numerosissime varianti come età, stile di vita e tipologia di alimentazione seguita, genericamente si può affermare che il nostro corpo necessiti di almeno 8 bicchieri grandi di acqua al giorno, all’incirca 1,5/2 litri, esclusi alcool, caffè, tè e bevande contenenti caffeina perché stimolano il sistema nervoso inducendo un segnale di stress che favorisce la disidratazione.

I momenti durante i quali è meglio bere acqua sono al mattino appena svegli, prima di addormentarsi e in relazione ai tre pasti principali (un bicchiere grande mezz’ora prima di mangiare e un altro dopo due ore e mezzo), visto che il processo digestivo ha bisogno di molta acqua per compiersi regolarmente.

L’assunzione di acqua, meglio se filtrata, in modo che siano eliminati eventuali tossine, e a temperatura ambiente o tiepida perchè viene assorbita più velocemente, è importante anche per il suo potere depurante e disintossicante che favorisce l’eliminazione di molte sostanze tossiche che il corpo riceve attraverso l’ambiente e l’alimentazione.

Indice Glicemico - Personal Trainer Milano - Tonicamente.it - Alex vigna

Meno ZUCCHERI, meno INSULINA ma come si fa?

Dal precedente articolo hai potuto prendere in considerazione il concetto che praticamente tutte le DIETE promuovono la riduzione degli ZUCCHERI (carboidrati) dalle tue scelte alimentari…. Ma non tutti gli alimenti aumentano così velocemente il glucosio nel tuo sangue, non tutti stimolano la “famigerata” INSULINA a presentarsi in modo così consistente da farti ingrassare.

Ti presento ora l’INDICE GLICEMICO.

Che cos’è?

L’indice glicemico (IG) è un sistema di classificazione utilizzato per misurare la velocità di digestione e assorbimento dei cibi contenenti carboidrati e il loro conseguente effetto sulla tua glicemia, cioè il glucosio nel sangue. Un cibo con un punteggio dell’IG alto produce un grande picco momentaneo di glucosio dopo il suo consumo. Al contrario, un alimento con un basso indice glicemico provoca un’elevazione del glucosio nel sangue più lento e sostenuto.

I punteggi del IG sono classificati come basso (inferiore a 55), medio (tra 56-69), o alto (maggiore di 70). E’ diventato un metodo per tentare di determinare quanto sano può essere un cibo. Diversi fattori influenzano IG di un alimento come la forma liquida o solida, la quantità di fibra, o il metodo di preparazione (crudo o cotto). In generale, gli alimenti sottoposti a processi di lavorazione contenenti zuccheri raffinati (come cracker e sciroppi di mais) hanno un indice glicemico più alto.

tabella_indice_glicemico - Personal Trainer Milano

Questa tabella ti può aiutare nell’orientare la tua scelta verso alimenti con un IG basso. Ci tengo a sottolineare che questo valore si modifica a seconda degli alimenti utilizzati. Per esempio mangiare un piatto di pasta con verdura, condita con un cucchiaio d’olio, contribuisce a rallentare la digestione degli zuccheri a causa delle fibre (verdure) e grassi (olio), diminuendo così il tempo di rilascio nel sangue del glucosio.

 

 

 

 

Indice-Glucemico-Postprandial-Personal Trainer Milano

Proprio per questo suggerisco di mangiare un’insalata prima del pasto o di utilizzare come contorno molta verdura. Questo consente di saziare prima, ridurre i quantitativi di carboidrati raffinati (pasta,pane,riso…) e soprattutto permette un minore produzione di INSULINA perchè il picco glicemico sarà ridotto.

 

Dieta - Personal Trainer Milano - Tonicamente.it - Alex Vigna

Sai cosa dicono tutte le DIETE?

Nella società occidentale, del benessere e dell’abbondanza alimentare, il problema del sovrappeso dilaga. Chi di noi non ha mai sentito qualcuno lamentarsi del fatto che dovrebbe perdere qualche chiletto e non sa cosa fare? Magari anche tu hai avuto o hai questo pensiero….

Così ogni momento è buono per presentare qualche nuova straordinaria scoperta per dimagrire velocemente, magari mantenendo il piacere di mangiare e magari senza dover fare fatica….

Ti sei accorto che tutte le DIETE hanno in comune un punto in particolare? Ci hai pensato?

Scrivo questo articolo perchè oggi, ancora mi sorprendo di quanti vengano convinti dall’ultima moda in fatto di alimentazione per dimagrire. Perdendo di vista la precedente e quindi quale punto in comune poteva nascondersi in essa.

Semplicemente, per dimagrire i consigli spesso sono di questo tipo:

  • diminuisci le calorie, quindi le quantità di cibo assunto.
  • ridurre se non eliminare del tutto in alcuni casi di “attacco”, i carboidrati.
  • diminuire i carboidrati significa diminuire gli zuccheri (pasta,pane,patate,riso,dolci,succhi di frutta…).
  • sostituire i carboidrati con tanta verdura e un pò di frutta, perchè questi alimenti contengono pochi zuccheri.
  • alla verdura aggiungere cibi proteici (carne,pesce,formaggi,uova…) perchè non contengono zuccheri e saziano.

Da questi punti puoi capire che la parola chiave è RIDURRE GLI ZUCCHERI (carboidrati). E sai perchè?

Perchè gli zuccheri una volta digeriti, entrano in circolo nel tuo sangue e se in eccesso stimolano il pancreas a produrre INSULINA. Un ormone che ha il compito di abbassare la glicemia (glucosio ematico), veicolando ogni eccesso di glucosio, nel fegato e nei muscoli sotto forma di glicogeno (energia da consumare per il movimento) o se questi due “depositi” sono pieni, allora lo zucchero viene convertito in trigliceridi ed accumulato in GRASSO.

Così la semplice equazione è: troppi ZUCCHERI nel sangue + INSULINA = GRASSO

 

 

Peso-Personal-Trainer-Milano-Tonicamente.it-Alex-vigna

Grasso o Tossine?

Oggi moltissime persone lamentano il fatto di avere più kg di quanti ne vorrebbero. Siamo nella società del consumismo, dell’abbondanza alimentare e soprattutto della scelta di alimenti che sempre più facilmente portano ad incrementare il proprio peso corporeo. Non so se questo sia il tuo caso, ma forse questo articolo sulle tossine può interessarti lo stesso.

Negli articoli  precedenti avrai potuto notare quanto sottolineo l’importanza di assumere frutta e verdura.

Questo per vari motivi, quali un maggior apporto di vitamine, minerali, fibre e zuccheri di facile assorbimento. Ma uno dei motivi più importanti è anche quello che questo tipo di alimenti contiene poche tossine. Il tuo corpo ha essenzialmente cinque organi deputati all’eliminazione delle tossine, e sono:

  1. Fegato, è l’organo che elabora e trasforma qualsiasi sostanza assunta (alcool, alimenti raffinati, farmaci, vaccini…)
  2. Pelle, con la produzione di sudore e sebo, elimina molte scorie.
  3. Polmoni, eliminano anidride carbonica e prodotti di degradazione lipidica.
  4. Reni, attraverso l’urina eliminano gli eccessi di acidi introdotti con i cibi e permettono di regolare il ph sanguigno.
  5. Intestino, elimina le tossine attraverso le feci.

Quando il corpo diminuisce le sue capacità di difendersi dalle tossine assunte, arriva il momento in cui le accumula. Nel fare questo deve preoccuparsi di tenere queste sostanze alla larga dagli organi vitali, quindi le immagazzina nelle cellule adipose e per renderle più innocue, le diluisce facendo accumulare all’interno delle cellule adipose,  acqua. Questa ritenzione idrica (edema) che puoi notare in molte persone è il segno che in quel corpo non c’è una buona capacità per eliminare le tossine presenti al suo interno.

Un vero e proprio circolo vizioso, perchè l’accumulo di liquidi, altera la circolazione venosa e linfatica e si altera il metabolismo cellulare già compromesso dal ridotto apporto di ossigeno e nutrienti.

Quindi il vero responsabile su cui puntare il dito è sicuramente lo stile di vita. Segui delle scelte più ‘leggere’ nel momento in cui mangi. Non mi stancherò mai di ripetere l’importanza di frutta e verdura in grandi quantità. Elimina il fumo, alcool, latticini, carne, sale, abuso di farmaci, caffè…. e ricorda che l’attività fisica contribuisce a riattivare il microcircolo. Cose che probabilmente già sai.

Ridona al tuo corpo l’energia e la capacità di smaltire le tossine e vedrai che anche quei kg di troppo dovuti al ristagno di liquidi, in pochissimo tempo svaniranno. La cosa più importante che guadagnerai oltre ad un peso migliore è sicuramente una salute ed una qualità di vita eccellenti.

 

Personal Trainer Milano - Tonicamente.it - Alex Vigna

Sei basico o acido?

Il concetto di alcalinità è quello che più rende l’idea dell’importanza di più frutta e verdure nella tua alimentazione. Cercherò di spiegarti in modo semplice cosa significa essere alcalini(basici) o acidi. Tutto nasce dal concetto che il tuo sangue è leggermente alcalino, cioè ha un Ph che varia tra i 7,35 e 7,45. Quando questo valore è mantenuto, il tuo corpo funziona al meglio. Se il sangue dovesse superare i 7,45 si cominciano a manifestare dei sintomi clinici e se supera i 7,8 o va sotto i 7,1 si arriva addirittura al coma e quindi alla morte. Da riflettere, non è vero?

phsaluteIl Ph o potenziale di idrogeno è un mezzo per misurare l’acidità o l’alcalinità, ed è una scala che va da 0 a 14. Il 7 è il punto di neutralità. Quindi da 0 a 6 sarà un valore acido mentre tra 8 e 14 alcalino.

Il tuo organismo molto molto complesso è progettato per avere come obiettivo primario il mantenimento di un ph compatibile con la vita, e questo lo persegue anche a discapito di altri parametri, organi o apparati. Vedrai in un prossimo articolo quale correlazione c’è con patologie come artrosi ed osteoporosi.

Che cosa acidifica o alcalinizza il tuo organismo? Posso elencarti lo stress, le malattie, i pensieri/emozioni negative ed infine anche l’alimentazione. Per alcalinizzare l’organismo con l’alimentazione, bisogna procurarsi cibi con buoni contenuti di elementi minerali quali il calcio,sodio,magnesio,potassio,zinco…. E in genere dove trovi i minerali che servono? Nei cibi naturali! cioè quelli che non seguono un processo industriale di cottura e raffinazione, quindi per esclusione, i cibi con più alti contenuti di sostanze alcalinizzanti sono frutta,verdura, semi oleosi (noci,mandorle..)

Forse l’avevi già sentito questo suggerimento, non è vero? Comunque queste informazioni sull’equilibrio acido base del tuo organismo con i relativi benefici sulla salute…..e se ci tieni alla tua salute, possono essere un buon incentivo per proseguire a verificarne i benefici e soprattutto ad incrementare l’utilizzo di più frutta e verdura nelle tue scelte.

Personal Trainer Milano - Tonicamente.it - Alex Vigna

Oggi preferisco il CRUDO….

Desidero che tu sappia che il mio passato è stato orientato verso un’alimentazione iperproteica…quindi kg e kg di carne e uova…il tutto finalizzato dal desiderio di acquisire quanta più massa muscolare. D’altronde ancora oggi chi frequenta la palestra e vuole più muscoli, riceve consigli di mangiare più carne, più uova, più pesce del normale, magari aggiungendo degli abbondanti frullati di proteine ricavate dal latte,dalle uova o addirittura dalla carne….

Tutto questo abbondante uso di proteine è durato per anni, fino a quando ho scelto di avere come desiderio, una migliore salute. A questo punto, sappi che il consiglio che leggevo, ricevevo più frequentemente è stato quello di rinunciare alle proteine!!! Non puoi immaginare quale difficoltà ad abbandonare, primo l’abitudine, poi la convinzione che potessi mantenere un corpo tonico e muscoloso senza tutte quelle proteine… Non è successo di colpo ovviamente questo cambiamento. Ho dovuto leggere, leggere quantità notevoli di informazioni riguardanti i benefici di un’alimentazione ricca di verdura e frutta…..

La prima svolta fu quella di smettere completamente, ormai da 7 anni, di mangiare carne. Dopo aver compreso che con la carne ci si nutre della sofferenza degli animali, sotto forma di ormoni da stress che il loro organismo produce e riversa nel sangue e nelle carni. Mi è bastato vedere un paio di documentari su come si allevano gli animali e si macellano, per avere il completo abbandono del secondo a base di bistecche.

Rimasi, sempre a causa dell’ipnosi delle proteine, orientato a mangiare pesce e uova.

Per arrivare al cambio veramente radicale, ci volle un seminario con il dott. Giuseppe Cocca, dove lo ascoltai per una settimana e sperimentai per quei giorni un’alimentazione completamente crudista.

Cioè a base di frutta colazione e pranzo con la cena a base di verdure crude. In quella settimana sperimentai i benefici di tale alimentazione… A livello intestinale, l’odore della pelle, il tartaro dissolto, l’energia per fare ginnastica incrementata, la lucidità mentale….. insomma questi benefici mi hanno fatto continuare “l’esperimento” per tutto il mese successivo. Da allora, cioè da due anni, la mia giornata è a base di frutta e la sera inizio sempre con un’ insalata gigante seguita da cibo cotto.

I benefici continuano ad essere favolosi…ed è per questo che ormai promuovo sempre di più la presenza di frutta e verdura cruda nelle scelte alimentari quotidiane. Nei prossimi articoli potrai trovare altre informazioni riguardo i benefici di tali scelte.

Personal Trainer Milano - Tonicamente.it - Alex Vigna

Perchè mangi?

Credo che tu sappia perchè mangi. Il tuo corpo è composto, da una stima, da più di 100 mila miliardi di cellule. Tutte hanno necessità di energia per vivere e per promuovere la vita del corpo che compongono.

Così una prima semplice risposta è sicuramente quella di mangiare per soddisfare il bisogno di ENERGIA.

Poi c’è il ciclo vitale delle cellule, cioè, ogni momento muoiono milioni di cellule. Così dal cibo servono i componenti per ricostituire le cellule morte. Oltre all’energia quindi il cibo apporta i ‘pezzi’ di ricambio per mantenere efficiente il corpo.

Vediamo il cibo che mangiamo cosa apporta. Ci sono i macronutrienti suddivisi in PROTEINE, GRASSI e CARBOIDRATI. Poi vi sono i micronutrienti definiti da VITAMINE,MINERALI, ENZIMI.

Tutti concorrono con ogni cellula del corpo a rifornire di energia e di materiale necessario per ricostruire le ‘parti’ consumate.

Questi sopradescritti dovrebbero essere i motivi principalei per cui mangiamo…MA….

Oggi si mangia con un altra motivazione…. spesso si mangia condizionati dalla cultura consumistica dettata dall’industria alimentare moderna, che ha alterato i cibi un tempo naturali. Non per niente si sente parlare di cibi raffinati.

La maggior parte dei cibi oggi sono spesso lontano dalle loro naturali proprietà nutritive. Sono carenti in minerali, vitamine, fibre…. ricche invece di zuccheri raffinati che alterano il corretto funzionamento metabolico del corpo.

Con questa pagina, desidero portare un pò di più alla riflessione che il primo motivo per cui si mangia dovrebbe essere quello di apportare la migliore qualità di  cibi ricchi in vitamine,minerali, enzimi, fibre, carboidrati, grassi salubri e proteine, affinchè ogni cellula del tuo corpo possa godere del miglior carburante per creare un organismo sano ed energico.

Dove trovare gli alimenti migliori? Credo che tu lo sappia. La natura fornisce il miglior cibo. Quindi FRUTTA, VERDURA, NOCI, GERMOGLI….sono le fonti migliori di vitamine,minerali,zuccheri,grassi e proteine che il tuo corpo può desiderare. Maggiore è la percentuale di questi alimenti durante la tua giornata, e maggiore sarà la tua salute e la facilità nell’ avere un corpo energico e nel peso forma desiderato.

Già sapere quando si mangia il perchè lo si fa….aiuta moltissimo.