7 BENEFICI DEI SEMI DI CHIA

Lo sapevi che i semi di chia sono un superfood?

Sono semi con super poteri, possono migliorare la tua alimentazione contribuendo a migliorare situazioni come stipsi, colesterolo, diabete e sovrappeso…

Vediamo insieme 7 benefici importanti e come usarli al meglio con delle semplici ricette alla portata di tutti.

I semi di chia provengono dalla pianta originaria dell’America Centrale: la Salvia Hispanica, della famiglia della menta, della lavanda e della salvia comune.

Per il contenuto elevato di sostanze preziose per la salute, come vitamine, calcio, magnesio, enzimi, antiossidanti, fibre, proteine, grassi omega 3… sono considerati un superfood.

7 benefici importanti da conoscere per usarli:

1) RIDUCONO IL COLESTEROLO

I GRASSI OMEGA 3 e LE FIBRE contenuti nei semi di chia, riducono il colesterolo. E’ ormai risaputo e provato scientificamente quanto questi grassi ‘buoni’ abbiano un’azione protettiva per il cuore e cervello.

Migliorano l’umore, aiutando a contrastare la depressione lieve, riducono il dolore associato ad artrite ed artrosi, rigenerano la pelle.

Le fibre aiutano ad assorbire il colesterolo e a ridurne l’assimilazione.

2) REGOLARIZZANO L’INTESTINO

LE FIBRE dei semi di chia, nutrono la flora batterica intestinale regolarizzandone il funzionamento. Sono utili sia in caso di stipsi che diarrea.

La gelatina che si sviluppa dai semi di chia in ammollo (fibre solubili) ha un’azione emolliente che abbassa eventuali stati infiammatori delle pareti dell’intestino.

Per rendere le fibre più morbide ed attive, è sufficiente mettere i semi in un liquido (latte, latte vegetale, acqua, frullato, yogurt..) per almeno un’ora prima di essere assunti.

3) DIMAGRIMENTO

Una volta attivate le fibre dei semi di chia, questi aumentano di 10-12 volte il loro volume, creando una gelatina, che è in grado di riempire lo stomaco, aumentando il senso di sazietà, assorbendo parte dei grassi, del colesterolo e degli zuccheri assunti attraverso il cibo, si riduce l’assimilazione. Benefici per la linea a 360°.

4) PREVENZIONE DIABETE

Il beneficio sul dimagrimento, porta alla naturale conseguenza positiva nella lotta contro la sindrome metabolica.

Situazione nella quale il corpo non gestisce bene gli zuccheri, i quali aumentano nel sangue, andando a convertirsi in grasso (sovrappeso soprattutto a livello addominale). Si sovraccarica di lavoro il pancreas perchè deve produrre più insulina per tenere a bada l’eccesso di zuccheri.

Uno stress lavorativo per il pancreas che con il tempo andrà a funzionare sempre meno, creando la patologia del diabete di tipo II, con tutte le conseguenze della malattia.

5) OSSA PIU’ FORTI

Chi riduce o elimina i latticini, spesso chiede da quali alimenti può assumere il calcio. I semi di chia hanno un elevata quantità di questo minerale. 600mg per 100gr, circa 5 volte in più rispetto alla stessa quantità di latte, 125mg per 100gr.

Poichè i semi contengono anche buone quantità di magnesio, il calcio diventa ancora più assimilabile dall’organismo.

Un utile strumento per contrastare l’osteoporosi legata all’invecchiamento.

6) PROTEINE PER I MUSCOLI

I semi di chia sono ricchi in proteine, ne hanno circa il 17 %. In 100gr hai 17 gr di proteine, utili per nutrire i tuoi muscoli e far bruciare più calorie.

7) ISOFLAVONI UTILI PER LA DONNA

Tra i preziosi elementi descritti precedentemente, hanno individuato nei semi di chia la presenza di isoflavoni. Sono sostanze sia antiossidanti – contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento precoce- e fitoestrogeni, riducono i problemi dovuti a carenza di estrogeni, così come quelli causati da un loro eccesso.

Possono essere usati in alternativa alla soia, per chi è intollerante o allergico a questo alimento, oppure per chi assume farmaci per la tiroide.

Quanti semi di chia si possono consumare in un giorno.

Una persona adulta può consumare fino a 25 gr di semi di chia al giorno, ricordando che vanno preferibilmente consumati crudi ed attivati aggiungendoli a un elemento liquido.

Effetti collaterali e condroindicazioni

Raramente si hanno problemi, se non si superano le dosi indicate. Ci può essere un’ipersensibilità individuale con scarsa tolleranza alle fibre, anche se solubili. Chi assume farmaci, non dovrebbe consumare semi di chia nelle due ore che precedono e seguono l’assunzione del farmaco.

QUATTRO SUPER SEMPLICI RICETTE ADATTE A TUTTI:

  1. Budino ai semi di chia e frutti di bosco. Prendi 150ml di latte o sua alternativa vegetale, mescola due cucchiai di semi di chia, 1 cucchiaino di sciroppo d’agave, qualche fragolina o lamponi o mirtilli e metti in frigo per almeno 3 ore.
  2. Avena e Chia per una super colazione. Prendi 150ml di latte o sua alternativa vegetale, mescola 2 cucchiai colmi di fiocchi d’avena, 1 cucchiaino di cacao crudo, 1 cucchiaio di semi di chia, qualche mandorla o noce, 1 banana o frutti di bosco, abbondante cannella e se la desideri un pò più dolce, aggiungi un cucchiaino di sciroppo d’agave. Si può consumare così dopo qualche minuto dalla preparazione (10’/15′) per ammollare i semi di chia o frullare il tutto. Garanzia di energia per iniziare alla grande la giornata!
  3. Acqua di cocco ai semi di chia. Metti in poca acqua un cucchiaio di semi di chia e lascia che producano dopo una decina di minuti la loro gelatina. Dopodichè aggiungi un bicchiere di acqua di cocco con il succo di 1/2 limone o lime. Mescola e bevi. Combatte stanchezza, stipsi, stress e aiuta il dimagrimento.
  4. Gelatina di frutta mista. Frulla 1 banana, 2 datteri, 100gr mirtilli o 100gr di mango o 100gr ananas. Aggiungi e mescola per bene 2 cucchiai di semi di chia. Metti il tutto in bicchierini. Lascia creare la gelatina in frigo per qualche ora ed avrai pronto un ottimo dessert per più persone.

Non ci sono più scuse per provare questo antico superfood per aggiungere vitalità alle tue cellule.

Buon appetito. 🙂

Posted in BLOG, FOOD COACH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *